LABORATORIO INTERATTIVO 3.0 - Uno spazio di flessibilità per l'apprendimento futuro

Progetto biennale finanziato dalla CRC 

Grazie al finanziamento della Fondazione CRC, bando Nuova Didattica, il nostro  Istituto ha avuto  l’opportunità di creare nelle scuole dell’infanzia di Moretta, Cardè e Casalgrasso, laboratori  interattivi flessibili e innovativi per rispondere alle esigenze della nuova didattica laboratoriale. I fondi ottenuti ci hanno offerto la  possibilità di realizzare una “scuola” estremamente funzionale, una scuola d’avanguardia mediante uno sfruttamento ottimale degli spazi a disposizione. 

Nel dettaglio sono stati acquistati schermi interattivi touch (smart TV) per rendere le proposte didattiche più coinvolgenti. La collocazione di tali schermi è avvenuta, per Moretta,  su carrello elettrificato regolabile in altezza e ribaltabile; soluzione ottimale per l’uso nella scuola dell’infanzia, in quanto consente  di sfruttare le possibilità dinamiche delle smart TV come un grande tablet.

Abbiamo acquistato inoltre un nuovo “arredamento” progettato e ridisegnato in maniera completamente diversa dalle aule comuni tipiche della scuola dell’infanzia: al posto dei tavoli e/o banchi tradizionali sono stati acquistati tavoli trapezoidali che possono comporsi fino a formare una postazione collettiva esagonale. Queste postazioni sono ideali per il lavoro di gruppo, le attività pittoriche, plastiche manipolative, etc… Dopo averli scomposti, il locale torna ad essere ampio e libero. I tavoli sono corredati di  sedie impilabili facilmente gestibili dagli alunni stessi. 

A integrare il tutto sono stati acquistati comodi divanetti  su cui gli alunni  possono sedersi per una presentazione alla SMART TV oppure essere rapidamente ridisposti per un attività di circle time o successivamente per un’attività di relax e lettura. 

Per completare la creazione di questi spazi 3.0, un ulteriore acquisto sono stati i tablet che offrono agli alunni la possibilità di costruire in modo autonomo percorsi cognitivi e  utilizzare questo strumento in modo creativo e interattivo facilitando nuove conoscenze altrimenti non possibili con gli strumenti tradizionali. In modo coinvolgente i bambini svolgeranno giochi didattici e attività di prescrittura, prelettura e precalcolo .

Il secondo step del Progetto  consiste nella formazione dei docenti, formazione in parte già realizzata  che riguarda l’uso “tecnico” dei monitor multifunzionali interattivi al meglio delle loro potenzialità .

Aspetti innovativi
L'introduzione delle nuove tecnologie e della flessibilità degli arredi consentirà agli alunni un consapevole avvio dell’alfabetizzazione informatica, che non intende sostituire altre esperienze ludiche ma integrarle. Tutto ciò non deve essere considerato precocismo in quanto, oggi giorno, il bambino già a tre anni è portatore di saperi tecnologici. È dunque compito imprescindibile della scuola, nell’ambito della società della conoscenza, avviare e sviluppare tale competenza, a partire dagli alunni più piccoli, fascia d’età tre, quattro e cinque anni, individuando modalità e strumenti metodologici idonei e significativi.

Il Comune di Moretta è stato partner attivo del progetto e cofinanziatore dell’iniziativa, grazie al loro contributo sono stati acquistati due tablet per la scuola dell’infanzia di Moretta.